Get Adobe Flash player

 

Ultime 10 News

Modulo vuoto

IL NOSTRO SONDAGGIO

Chi voteresti in caso di nuove Elezioni?

ALTRI - 0%
LEGA - 0%
MOVIMENTO 5 STELLE - 100%
PD - 0%
PDL - 0%
La votazione per questo sondaggio terminata on: 22 Apr 2013 - 11:52

Ricerca nel Sito

Login Form

IL METEO

poetry free_image_dreamstimeAnche la struttura poetica annovera nel suo esprimersi elementi di moderazione, capaci di riuscire a render palese una caratteristica attraverso l’espressione del suo contrario, strumentalizzando cosi aggettivi divergenti che appaiano efficaci nel render comprensibile un concetto mai esplicito né assoluto.

Tale metodica, consuetudinaria dell’arte poetica è denominata Litote, una figura retorica mediamente utilizzata involontariamente, dal momento che giornalmente rientra nella naturalità del linguaggio comune.

Sostanzialmente nella sua implicita funzione concede al lettore di risalire ad un vocabolo o concetto chiave che per ovvi motivi l’autore tende a non render esplicito,

 Una tecnica tanto arguta quanto infallibilmente adorna di caparbia stilistica. La litote non appare riconoscibile solamente attraverso l’utilizzo della negazione, bensì essa è manifesta in altre peculiarità, come l’attenuazione di un concetto, l’enfasi dello stesso o nei casi più articolati diviene eufemismo ed ironia. In primis, qualora essa esprimesse l’accezione enfatica, lascerebbe trasparire alla lettura un’immediata percezione della finalità d’intento e d’un mostrare un qualcuno o qualcosa. La si consideri un esibizione di natura sintattica, finalizzata a dar rilievo ad un concetto, ostentandone il suo significato ed i suoi effetti. L’enfasi non è solamente un elemento poetico, questa ha la sua valenza anche nel linguaggio parlato, la tonalità della voce la rende riconoscibile quando l’interlocutore desidera porre in evidenza la condizione o l’importanza d’un evento o d’un qualcuno; affermazioni come “ Quella si che è vita” o “ La fede non è utopia” sono chiari modelli atti ad indicare l’importanza, il pregio o la fattibilità di un determinato soggetto, evento, contesto o semplicemente oggetto. In secondo luogo, la Litote utilizzata in chiave eufemistica, indirizza la sua funzionalità verso un unico e specifico intento, ossia, quello di attenuare un’espressione sostituendo degli aggettivi pesantemente negativi o dispregiativi con altrettanti che abbiano la capacità di descrivere la contestazione del sostantivo in questione, senza però attribuirgli un giudizio esageratamente offensivo.

 Esempio della quotidianità è da ricercarsi in affermazioni come “ nuclei familiari poco abbienti”, “ una politica che lascia a desiderare”, in queste due frasi si denoti come l’eufemismo riesca ad attenuare la negatività dei contesti. Anche la figura eufemistica possiede una sua forma divergente, denominata Disfemismo, quest’ultimo concede all’autore di utilizzare parole sgradevoli o addirittura volgari per definire qualcuno o qualcosa, ma in senso totalmente affettuoso ed ironico, da non confondersi con l’Ironia, figura retorica tramite la quale si enfatizza una marcata verità attraverso l’utilizzo di una locuzione che dimostra l’esatto opposto della realtà o nel caso più frequente palesa sminuendo un legame di fatto.

 

 

Oh quel sacral impero, quello si che fu clamore,

 

amore di pena sconosciuta,

 

potenza che mai perdette battaglia.

 

Lor, soldati dalla sconosciuta lentezza del passo,

 

divennero frugali discepoli della gradual vittoria.

 

Si che quel fu storico agire,

 

anima d’un trono dal meritato incoronare,

 

tripudio d’un sovrano che non fu re

 

ma popolo ad esso stesso imperatore.

 

 

Enrica Meloni

blog comments powered by Disqus

From Address:

Sei il Visitatore Numero

000000
Statistik created: 2016-04-28T21:20:09+02:00

Test ADSL

Misura la Velocità della tua ADSL


Testata Giornalistica Reg. Tribunale di Cagliari, Decreto n. 24/10 del 01-12-2010 - Copyright © Notizie-News. Tutti i diritti riservati.