Get Adobe Flash player
Rincari e prezzi record: ecco gli aumenti del 2019

Rincari e prezzi record: ecco gli aumenti del 2019

Sembra che la crisi preoccupi un Italiano su due. A rivelarlo è un sondaggio  che ha come...

Woody Allen. Un americano a Roma.

Woody Allen. Un americano a Roma.

 Povero Woody Allen: costretto tutti gli anni a sfornare un capolavoro, altrimenti i critici...

Turismo: l'arte della diversificazione dell'offerta

Turismo: l'arte della diversificazione dell'offerta

  Intervista a due imprenditori falconaresi     Falconara Marittima è una...

Tipicità e natura. Riflessioni sull'identità sarda

Tipicità e natura. Riflessioni sull'identità sarda

I giovani dissidenti sardi e la politica impegnata aprono al dialogo della distanza. Il tutto...

Trentasette anni fa la morte di Bobby Sands

Trentasette anni fa la morte di Bobby Sands

Trentasette anni fa  anni fa, nel carcere-lager di Long Kesh, moriva Bobby Sands,...

  • Rincari e prezzi record: ecco gli aumenti del 2019

    Rincari e prezzi record: ecco gli aumenti del 2019

  • Woody Allen. Un americano a Roma.

    Woody Allen. Un americano a Roma.

  • Turismo: l'arte della diversificazione dell'offerta

    Turismo: l'arte della diversificazione dell'offerta

  • Tipicità e natura. Riflessioni sull'identità sarda

    Tipicità e natura. Riflessioni sull'identità sarda

  • Trentasette anni fa la morte di Bobby Sands

    Trentasette anni fa la morte di Bobby Sands

 

Ultime 10 News

Modulo vuoto

IL NOSTRO SONDAGGIO

Chi voteresti in caso di nuove Elezioni?

ALTRI - 0%
LEGA - 0%
MOVIMENTO 5 STELLE - 100%
PD - 0%
PDL - 0%
La votazione per questo sondaggio terminata on: 22 Apr 2013 - 11:52

Ricerca nel Sito

Login Form

EDITORIALI

E il 2012 che verrà

 E così è arrivato il 2012, l’anno della presunta fine del mondo. Il 21 dicembre 2012 è infatti la data in cui, secondo il calendario gregoriano, si verificherà un evento di proporzioni catastrofiche, tale da determinare la fine del...

Leggi

Editoriale

La società odierna sta affrontando un rapido mutamento dei suoi costumi. Un esempio? I rapporti tra le persone, laddove per rapporto si intende il contatto con l’altro e la condivisione di esperienze e idee.Il modo in cui ci relazioniamo con il...

Leggi

IL METEO

enviroment
animals
people
places
details
various

11-10-2011 basketgenerica Cercasi un modo per capire Milano disperatamente. O forse sarebbe meglio che perdesse le partite importanti.

Vince contro Siena e poi va incontro ad una serie di sconfitte (alcune clamorose). Poi passa alle Top 16 di Eurolega vincendo in casa del Partizan e dopo dieci giorni sparisce letteralmente in casa di Cantù.

79-54 il risultato finale: cosa vi fa pensare? Esatto, proprio quello che avete pensato. Cantù è passata sopra Milano come un rullo compressore,

le ha tolto l'aria e l'ha lasciata sfinita sul parquet. La forza degli uomini di Trinchieri si è notata sin da subito, basti pensare che alla fine dei primi due quarti era avanti 43-19, un parziale umiliante per qualunque formazione, ancor più umiliante per una squadra costruita per Vincere (con la V maiuscola, perché se c'era un proposito era quello di far tornare Milano ai fasti del passato dopo troppe batoste). Cantù passa sugli esterni con le buone cifre di Markoishvili e Leunen. Per Milano ancora impalpabile il neo acquisto Gentile, mentre si salva Hairston.

E così Siena torna in vetta vincendo dopo un supplementare contro la matricola terribile Casale, trascinata dalle vecchie conoscenze Andersen (21 punti, 8 rimbalzi) e Thornton (14 punti, 4 rimbalzi). Dall'altra parte sontuosa prestazione di Chiotti (da tenere d'occhio per la nazionale), Shakur e Janning. Quest'ultimo allunga la partita, Andersen è costretto a pareggiare per evitare la sconfitta di Siena ma all'overtime non c'è nulla da fare per i casalesi.

Vince ancora Bologna che sorprendentemente ora è terza a pari merito con Biella (che riposava) e Cantù. Questa volta a mettersi in evidenza è l'ala Gailius con 13 punti in associazione con i soliti Poeta e Koponen, il vero motore di questa formazione. A farne le spese Treviso che sta tentando di riprendersi dalle tante partenze. I nuovi Ortner e Viggiano si sono ben integrati, ma col loro arrivo sembrano spariti Cuccarolo (0 punti in 9') e Jobey Thomas (5 punti in 32'). Produce poco in generale la Benetton, con una panchina inesistente in quanto a realizzazione. Servirà tempo per ripartire senza Moore, Adrien e Gentile: tre pezzi da 90, non poco.

Si riaffaccia nelle zone alte anche Avellino che chiude la pratica Caserta nei primi due quarti trascinata da Taquan Dean (25 punti) e Marquees Green (23 punti). Per i casertani buona prestazione di Righetti e Fletcher (17 punti a testa) ma poco o niente dalla panchina e dal nuovo esterno Jacob Kudlacek. Si avvicina Pesaro che batte Varese e la raggiunge a 12 punti. Incredibilmente nella gara in cui si ferma James White (7 punti in 33', una stoppata e due assist) vanno alla grande tutti gli altri, a partire da Daniel Hackett ritornato ai vecchi numeri: 19 punti, una stoppata, 4 rimbalzi, oltre l'80% di precisione da due. Per Recalcati segnano tutti ma con percentuali basse, e infatti l'unico che supera la doppia cifra è Stipcevic (21 punti), per il resto spariscono Diawara, Hurtt, Talts e Fajardo (non ancora al meglio della condizione).

Si accoda a Pesaro anche Venezia, corsara contro Cremona nei minuti finali dopo essersela vista molto brutta. E' stata la partita perfetta del Cinciarini meno conosciuto (20 punti) e di Tusek (14 punti) che, confortato dal contratto lungo, sta sfoderando il meglio del suo repertorio. Ma non basta contro la premiata ditta Clark-Bowers-Young-Slay che nel finale non sbagliano più nulla. 

In coda due importanti vittorie: la Virtus Roma vince a Teramo e si leva un pò di ansia. Ottimo il ritorno di Maestranzi che nel secondo tempo conduce i suoi a ribaltare lo svantaggio iniziale. Per il coach terramano Ramagli la panchina scotta visibilmente e qualche giocatore inizia ad avere i suoi mal di pancia: la voce dell'addio di Dee Brown (rientrata) ha scosso un pò tutto l'ambiente. Non parte nessuno invece da Montegranaro, che vince contro Sassari una partita mai in discussione. Ottimo Zoroski che è passato dal pericolo di taglio a prestazioni sempre positive. Inutile rimarcare l'ennesima partitona del duo Ivanov-Brunner che sotto le plance non danno spazio a nessuno e mettono insieme 30 punti, 11 rimbalzi e 6 assist. Dall'altra parte non bastano i soliti cuginetti Diener (47 punti in due), mentre per il neo acquisto Easley la Serie A non è la Legadue, servono i muscoli per dominare l'area. In mancanza, almeno ci vuole la leggerezza del tiro da sotto. Purtroppo il ragazzo (è dell' 87) difetta in entrambe le cose: troppo leggero per essere un pivot, ancora acerbo per potersi inserire sotto canestro. Potrebbe essere un Andersen ma gli mancano i fondamentali.

La Serie A torna a giocare il 30 dicembre con alcuni incroci di alto livello: Milano-Avellino, Treviso-Siena, Varese-Cantù. Per chi ha voglia di basket in chiaro ci saranno le dirette di Caserta vs Bologna (La7 ore 17.30) e Cremona vs Montegranaro (Raisport ore 20.30). Riposa Teramo.

 

Simone Spada

blog comments powered by Disqus

From Address:

Turismo: l'arte della...
  Intervista a due imprenditori falconaresi     Falconara Marittima è una località che si affaccia...
Storia del Fantasy: Il Re del...
E' difficile definire bene quale sia il confine di demarcazione fra l'inizio della letteratura Fantasy e ciò che c'era...
Fossati: "Stasera il mio...
“Vidi e conobbi l’ombra di colui che fece per viltade il gran rifiuto”. Questi i versi che Dante ha dedicato a...
Il futuro dopo Steve Jobs
Un tempo c'è stato Woodstock. Il sogno di un futuro migliore del presente, dei sognatori e dei creativi al potere,...

Most Popular

 
 
 
 
 
 
 
 

Sei il Visitatore Numero

000000
Statistik created: 2016-04-28T21:20:09+02:00

Top Video Picks

    

    

    

    

  

Test ADSL

Misura la Velocità della tua ADSL


Testata Giornalistica Reg. Tribunale di Cagliari, Decreto n. 24/10 del 01-12-2010 - Copyright © Notizie-News. Tutti i diritti riservati.