Get Adobe Flash player

Distinguere le compagnie di assicurazioni nel web

È in continuo aumento il numero di automobilisti e motociclisti che si affidano ad internet per...

In salita il mercato delle polizze vita grazie ad internet

In salita il mercato delle polizze vita grazie ad internet

Sono molti i tipi di assicurazione che oggi si possono stipulare online, tra questi anche la...

I vantaggi della laurea telematica anche per le mamme

I vantaggi della laurea telematica anche per le mamme

Mamme e università? Ora finalmente è possibile, anche per le neomamme, portare avanti gli studi...

Le tre pietre di Sciola spariscono sotto la vernice

Le tre pietre di Sciola spariscono sotto la vernice

 Sin da quando ero piccola, le Tre Pietre che svettavano in Piazza Repubblica a Cagliari mi...

Addio Margherita Hack, amica delle stelle

Addio Margherita Hack, amica delle stelle

Pochi mesi dopo la scomparsa di Rita Levi Montalcini, la scienza italiana perde un’altra...

  • Distinguere le compagnie di assicurazioni nel web

  • In salita il mercato delle polizze vita grazie ad internet

    In salita il mercato delle polizze vita grazie ad internet

  • I vantaggi della laurea telematica anche per le mamme

    I vantaggi della laurea telematica anche per le mamme

  • Le tre pietre di Sciola spariscono sotto la vernice

    Le tre pietre di Sciola spariscono sotto la vernice

  • Addio Margherita Hack, amica delle stelle

    Addio Margherita Hack, amica delle stelle

 

Ultime 10 News

Modulo vuoto

IL NOSTRO SONDAGGIO

Chi voteresti in caso di nuove Elezioni?

ALTRI - 0%
LEGA - 0%
MOVIMENTO 5 STELLE - 100%
PD - 0%
PDL - 0%
La votazione per questo sondaggio terminata on: 22 Apr 2013 - 11:52

Ricerca nel Sito

Login Form

EDITORIALI

E il 2012 che verrà

 E così è arrivato il 2012, l’anno della presunta fine del mondo. Il 21 dicembre 2012 è infatti la data in cui, secondo il calendario gregoriano, si verificherà un evento di proporzioni catastrofiche, tale da determinare la fine del...

Leggi

Editoriale

La società odierna sta affrontando un rapido mutamento dei suoi costumi. Un esempio? I rapporti tra le persone, laddove per rapporto si intende il contatto con l’altro e la condivisione di esperienze e idee.Il modo in cui ci relazioniamo con il...

Leggi

IL METEO

enviroment
animals
people
places
details
various

ImmagineRay Bradbury, scrittore nordamericano poliedrico e prolifico (sono state pubblicate oltre 500 sue opere tra romanzi, racconti brevi, testi teatrali, sceneggiature etc) nel 1951 scrisse un racconto intitolato “The fireman” (il pompiere) che in seguito decise di ampliare in un romanzo dal titolo “Farenheit 451”.
451 gradi Farenheit è la temperatura cui bruciano i libri.

In un ipotetico futuro, non molto lontano,

 

Il mondo si sgretola sotto i suoi piedi e la sua mente, estasiata e al contempo sofferente, si sveglia, cogliendo la assoluta vacuità della vita vissuta sino ad allora, schiavo di un sistema atto a rendere le persone prive di senso critico e di libera iniziativa, distratte continuamente dagli schermi televisivi installati in casa e dopate da magiche pilloline che donano buonumore o sensazione di pace.

La ribellione di Montag avviene in modo quasi sconsiderato, senza reali tentativi di nascondere la sua nuova visio mundi; braccato dai suoi stessi compagni di lavoro, riesce a fuggire e a raggiungere una comunità di uomini-libro; qui le persone, per preservare il dialogo con le menti del passato e trasmetterle al futuro, scelgono di imparare a memoria un’opera letteraria destinata alla distruzione implacabile del fuoco.
Le loro menti non potranno essere sondate o bruciate e potranno passare il testimone a qualcuno più giovane, affinchè la memoria collettiva del sapere continui ad esistere dentro gli uomini.Farenheit 451, assieme ad altri romanzi pubblicati nel secondo dopoguerra, dipinge una società futura in cui i valori chiave della convivenza umana e della cultura appaiono alterati. Basti citare 1984 di George Orwell, per non parlare dei numerosi racconti e romanzi di Philip Kendrick Dick.
Ho sempre trovato estremamente accattivante l’idea che diversi scrittori in quel periodo sentissero l’esigenza di scrivere storie che in qualche modo trasmettono un messaggio comune: la paura della perdita e della disgregazione dei valori sociali, l’aberrazione di un uso troppo ottimistico della tecnologia, la manipolazione delle menti e la sfiducia della libertà dell’individuo inserito in sistemi di controllo sistematicamente attuati dagli organi del potere.
La catastrofe di due conflitti mondiali che disintegrarono la fede assoluta nei progressi della scienza, e nella reale evoluzione dell’uomo a livello sociale spinse molti intellettuali a credere che, forse, a cambiare nel corso dei secoli siano stati solo i mezzi attraverso cui l’uomo tenta di controllare e sterminare il proprio simile, e non la natura umana, violenta predatrice di sé stessa.

In Farenheit è chiara una serie di riferimenti a fatti storicamente avvenuti e a coeve innovazioni tecnologiche: i roghi di libri operati dal regime nazista, il meccanismo di controllo e distrazione incarnato dalla tecnologia televisiva e dai nuovi media; il timore di un mondo che scelga di rendere i suoi abitanti privi di libertà di pensiero, impedendo l’accesso alla cultura, negando la memoria culturale collettiva.
A differenza però di altri autori, Bradbury chiude il romanzo offrendo una prospettiva di riscatto al protagonista e all’uomo in generale: la mente del singolo può operare una scelta e la forza della memoria collettiva è tale da non poter realmente morire, anche quando si cerchi di distruggerne materialmente le tracce, uomini e donne potranno scegliere di farsi essi stessi “contenitori di sapienza”.
Pensandoci bene, è un omaggio al passato più antico, quello in cui ancora la scrittura non esisteva, e il sapere comune veniva trasmesso oralmente e per via mnemonica.
Una riflessione non banale, in un’epoca come la nostra in cui l’evoluzione della tecnologia ha sgravato la mente umana da indiscutibili carichi di lavoro, come appunto la memorizzazione di ingenti quantità di informazioni.
E tuttavia, e non me ne vogliano i progressisti, per quanto utile e comodo possa essere uno strumento informatico o tecnologico, nulla potrà mai eguagliare il piacere puro e semplice di maneggiare un libro, annusarlo e sentirne la consistenza, e nutrirsene, dandosi il tempo di riflettere sulle parole di chi l’ha scritto, abbattendo le barriere del tempo e instaurando un dialogo senza età tra la sua epoca e la nostra,
impedendo all’uomo di dimenticare da dove viene e forse aiutandolo a guardare con occhi bene aperti alla meta verso cui si sta dirigendo.

Per gli amanti del dialogo fra le arti, consiglio anche il celebre film del 1966 diretto da François Truffaut, da vedere prima o dopo la lettura del romanzo, poiché non riesce, a mio parere, a rendere in modo efficace tutti gli spunti di riflessione disseminati tra le righe vergate dall’ingegnosa mente di Ray Bradbury.

 

Eliana Sanna

 

blog comments powered by Disqus

From Address:

Le tre pietre di Sciola...
 Sin da quando ero piccola, le Tre Pietre che svettavano in Piazza Repubblica a Cagliari mi avevano affascinata....
Storia del Fantasy: Il Re del...
E' difficile definire bene quale sia il confine di demarcazione fra l'inizio della letteratura Fantasy e ciò che c'era...
Fossati: "Stasera il mio...
“Vidi e conobbi l’ombra di colui che fece per viltade il gran rifiuto”. Questi i versi che Dante ha dedicato a...
Il futuro dopo Steve Jobs
Un tempo c'è stato Woodstock. Il sogno di un futuro migliore del presente, dei sognatori e dei creativi al potere,...

Most Popular

 
 
 
 
 
 
 
 

Sei il Visitatore Numero

000000
Statistik created: 2016-04-28T21:20:09+02:00

Top Video Picks

    

    

    

    

  

Test ADSL

Misura la Velocità della tua ADSL


Testata Giornalistica Reg. Tribunale di Cagliari, Decreto n. 24/10 del 01-12-2010 - Copyright © Notizie-News. Tutti i diritti riservati.